mercoledì 24 ottobre 2012

24 LE PRIMARIE DEL CONDOMINIO


Secondo una certa legge della vita i simili si attraggono. 
Dev'essere per questo motivo che nel mio condominio tutti amiamo moltissimo mangiare e cucinare. 
Nessuno si è mai sognato di comprare 4 salti in padella Findus o i cannelloni surgelati. In questo palazzo c'è solo roba fresca. Al massimo qualche volta i sofficini o i pisellini primavera. 
Nel mio condominio, a qualsiasi ora del giorno (e qualche volta anche della notte), si sente odore di cibo. 
Sarà per via della scarsa coibentazione degli appartamenti ormai vecchiotti o della disoccupazione che obbliga a stare più tempo in casa e quindi in cucina  che tutti gli odori stazionano nell'aria e resistono anche alla bora di Trieste diventando una nube radioattiva tipo Chernobyl che vaga tra appartamenti, scala e pianerottoli arrivando sino all’androne ed al portoncino. 
In estate ed in inverno senti sempre odore di brodo, di sugo, di peperoni fritti in padella, di melanzane a funghetti, di ragù, di gattò di patate o di carne arrostita o delle bruschette con il pane che s’è bruciato perché è finito sulla brace o l’odore della frittura tipo crocchè di patate, mozzarella in carrozza, triangolini di polenta, frittata semplice oppure di maccheroni. Mi fermo qua che già è tanto se mi capite quando parlo di "frittata di maccheroni".
Io abito al secondo piano dove ci sono quattro appartamenti. Noi non siamo quasi mai in casa per motivi di lavoro o di studio. Ma gli altri condomini sono onnipresenti e vanno sempre avanti ed indietro. Almeno le donne. Perché gli uomini vanno o a lavorare o a fare i disoccupati. 
Tranne quando c'è la partita del Napoli! 
Quando gioca il Napoli tornano tutti a casa e si ferma il mondo. 
Le donne hanno il compito di mettere in tavola tutta la roba che hanno preparato dalla mattina nel medesimo istante in cui l'arbitro fischia il calcio d'inizio.
Nel mio condominio vivono tutti come se fossero in una comune ed hanno sempre le porte di casa spalancate. I loro bambini vivono un po’ a casa loro (interno 10), un po’ con la nonna (interno 9) ed un po’ con la zia (interno 11). Noi siamo l'interno 12. Ma può succedere che se lasci la porta aperta perché sta salendo quello dell'olio Carli a fare la consegna, te li ritrovi in salotto a giocare con il tuo gatto. 
Loro sono felici se tu sbirci in casa loro e se pure entri senza alcun motivo ne sono ben contenti e ti fanno subito il caffè. L'altra volta all'interno 11, regolarmente a porte aperte, ho visto nonno Libero che giocava alla playstation mentre il nipotino faceva la pausa partita con il panino con la nutella. 
Loro quando vedono che noi torniamo a casa e salutiamo sorridenti e diamo una carezza ai bambini (come diceva Papa Giovanni XXIII) e poi ci chiudiamo la porta alle spalle, ci prendono per gente del Nord. Non sono abituati a vedere le case chiuse! 
L’altra volta abbiamo fatto le pizze e ne ho portato una alla signora Anna al primo piano (interno 5) che, dopo cinque minuti, ci ha mandato il figlio con un piattino di pasta e ceci per ricambiare. Buonissimi. Ora ha detto che quando faranno pasta e fagioli con le cozze li dobbiamo assolutamente assaggiare e mia moglie le ha promesso di farle gli gnocchi di sola farina senza patate come li faceva la mamma che è tutto un procedimento ... 
L'ultima riunione di condominio l'abbiamo fatta a casa di Enzo Scapece al primo piano quello dell'interno 3. Allora quando sono arrivato erano già tutti lì a discutere del salumiere a piano terra che non paga il condominio da tre mesi e dell’infiltrazione d’acqua alla sig.ra Pinuccia del terzo piano che s'è separata dal marito che però le ha lasciato la casa ed i figli. 
Ad un certo punto ho chiesto cos’era quel buon odore che si sentiva ed è comparsa la sig.ra Scapece, la moglie di Enzo, che ha detto “sono spaghetti con i maruzzielli, volete assaggiare?” (maruzzielli=lumachine di mare). Dopo cinque minuti avevamo tutti un piattino di spaghetti in mano e c’aveva messo sopra pure il prezzemolo tritato fino fino ed una bella macinata di pepe fresco. Una delizia al limone! 
Naturalmente il previsto "ordine del giorno" se n'è andato a farsi benedire ed abbiamo discusso solo le "varie ed eventuali" tra cui la mia proposta di fare qualche volta un pranzo tutti assieme. Proposta accettata subito all’unanimità per alzata di piatto (vuoto). La volevano pure mettere a verbale! 
Ovviamente su chi e cosa si sarebbe dovuto cucinare sono iniziate le discussioni! Menù da pranzi nuziali con tremila portate e proposte di date ideali manco fosse quella della scoperta dell'America! 
Chi voleva farla di domenica, chi farla coincidere con la festa di compleanno della bambina e chi con la prossima partita di coppa del Napoli. La cosa si faceva difficile. Non si trovava l'accordo ed allora, tutti d'accordo, si è deciso di nominare un organizzatore ufficiale. 
Ma anche lì tutti si proponevano e non si vedeva una via d'uscita fino a quando Teresa, la moglie di Tonino al terzo piano (interno 16), ha detto: “scusate senza litigare perché non facciamo le primarie pure noi come il PD di quello scemo di Bersani e mettiamo i bigliettini in un piattino e così subito facciamo”? 
Letto, approvato e sottoscritto! L'assemblea approva. 
Abbasso Renzi e tutti gli stronzi. 
Abbasso Grilli W Grillo. 
Forza Napoli! 
Alèeeeeeeeeeeeeeeee oh oh, Aleeeeeeeeeee oh oh .... chi non salta rossonero è, è, chi non salta rossonero è, è ... 
Arbitro venduto, arbitro cornuto.
O sole mio sta nfonte a te o sole mio sta nfronte a te o sole o sole mio sta nfronte a te sta nfrooooooooooooooooooooooooooooooooooooooote a te!

24 commenti:

  1. Che bella descrizione! Sembra una commedia di Eduardo. Che meraviglia.
    Nel condominio dove abito io, la porta si chiude quando ci sei ancora in mezzo.
    Non si sa nulla l'uno dell'altro. Bè, veramente no, ho avuto notizie sul lavoro di 2 figli dal loro padre (siciliano).
    Profumi di cibi pochi.
    Dall'appartamento di una famiglia di macedoni arriva spesso sentore di peperonata, molto buono.
    Invece sotto abitava una coppia credo di calabresi, anziani.
    Alle 9,30 del mattino stavano già cucinando, ma roba puzzolente, tipo lesso di scarpe da ginnastica sudate.
    Poi una domenica mattina abbiamo sentito pianti e strepiti, gente, il 118... Era morto il nonnino....
    Ci siamo chieste se non fosse colpa della cucina della moglie! Ah ah !!Che cattiveria!
    A me piace che quando cucino il profumo si propaga, passa attraverso la porta d'ingresso e invade le scale.
    E quando mia figlia arriva, prima ancora di essere in cucina, annusa l'aria e mi indovina il menù...
    Profumi di casa.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tu non sei da meno in quanto a descrizioni .....
      Che pennellate!!
      "...roba puzzolente, tipo lesso di scarpe da ginnastica sudate ...".
      "... E quando mia figlia arriva, prima ancora di essere in cucina, annusa l'aria e mi indovina il menù..."
      Questo, come vedi, più che un commento ... è un autocommento!
      Poetiche atmosfere! Viola scrivi deliziosamente!
      Viola sei un babà!
      Viola quando arrivi qua divento un baccalà
      Viola quando arrivi tu mi mangerei un sartù
      Viola quando arrivi tu sento un gordon bleu
      Viola dimmi quando tu verrai
      dimmi quando quando quando

      Elimina
    2. Bello questo video.... Si era giovani pure noi!! Altri tempi, bianco e nero, speranze...Noi ragazzi di allora non eravamo Choosy !!!

      Elimina
  2. Ma che meraviglia Gianni!! E che fortunati i bambini che hanno una "famiglia allargata"....

    Io i profumi di cibo li sento nel condominio dell'ufficio dove lavoro. Un palazzone abitato da non so quante etnie ed è una meraviglia sentire tutti quei profumi diversi, vedere le donne indiane, etiopi, somale nei loro abiti tradizionali. Penso ogni volta che questa mescolanza è un arricchimento per l'anima e per gli occhi.

    Buona giornata e buon appetito

    Cinzia

    p.s. io ingrasso pur essendo sola soletta, figuriamoci se abitassi li da voi....!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Brava Cinzia!
      mentre scrivevo pensavo proprio alla bellezza ed alla salubrità delle "famiglie allargate" come evoluzione della famiglia tradizionale che, così com'è, è diventata estremamente limitante e obsoleta. I bambini crescono meglio tra gente eterogenea, non subiscono le "fissazioni" dei genitori, sviluppano meglio la loro creatività e la loro libertà. Ed imparano a convivere con lingue diverse, abitudini, usi e costumi diversi. Che poi per loro è una cosa così naturale! E ne guadagnerebbe tutta la società.
      Ad ogni modo abitare nel mio condominio richiede un possente self-control per non cedere alle innumerevoli tentazioni culinarie ed agli immancabili inviti mangerecci.
      Stasera mi hanno portato una bottiglia di mosto fresco di vendemmia ... pensa un po' come si fa a sopravvivere! E quando sono rientrato c'era nelle scale un inebriante odore di caldarroste che mi sembrava di stare in mezzo alla neve! Invece stiamo tutti a maniche corte che fa un caldo letteralmente estivo. Domani dice che arriverà anche qui un freddo glaciale proveniente dalla Svizzera esattamente dal Canton Ticino ...... dai scherzo!
      Forza Napoli (la partita è stasera su Italia 1 ore 21 - si prende da te Italia 1? Tanto lo so che ti vedi un film d'amore. Tutte uguali voi donne! Ciao Cinzia!

      Elimina
  3. Che culo che c'hai. Le mie riunioni di condomino sono una guerra dal primo all'ultimo minuto. Ogni volta che ci devo andare faccio testamento.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In effetti il mio condominio è un rarissimo caso di pacifica coesistenza!
      Qualche tempo fa anche qui si prendevano a coltellate e si davano tante randellate in testa. L'ultimo amministratore prima dell'attuale è scappato con l'incasso e non l'abbiamo più visto. E l'Enel aveva pure staccato la corrente nelle scale per morosità. Si vede che quello tifava per il Milan. Invece questo attuale è un tipo normale, tifa per il Napoli ed è onesto.
      Come diceva Dante, altro grande tifoso del Napoli, "tanto gentile e tanto onesto pare ....".

      Elimina
  4. E' una foto meravigliosa quella che ci mostri, pur senza immagini
    mi sembra di essere lì.
    Se sarò costretta a svendere il castello verrò ad abitare
    nel tuo condominio, certo che per me sarebbe un pò dura,
    visto che spesso apro le buste dei 4 salti in padella,
    ma sarei ottimista e con tutti quei cuochi potrei imparare
    senz'altro qualcosa.
    Ciao ciao
    Te l'ho già detto che sei un narratore fantastico?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No il castello no! Ti prego non vendere mai il castello.
      Capisco che per il tuo castello paghi qualcosina in più di IMU e magari anche sulla bolletta dell'acqua per via del fossato ci pagherai un po' di eccedenza ma ... non devi cedere!
      So bene che non si vive di solo pane ma anche di salumi, tagliatelle, piadine, pizze etc.
      Se devi racimolare un po' di soldi per non essere costretta a licenziare stallieri e servitù fammelo sapere che qualche idea mi viene.
      Ad esempio potremmo metterci a vendere le lumache o le rose o le ragnatele!
      Non trovi?
      Ciaoooo

      Elimina
  5. BEL QUADRETTO DI QUARTIERE...SIETE MOLTO OSPITALI.
    SEMBRA DI SENTIRE IL PROFUMO PROVENIENTE DALLE CUCINE DEL TUO CONDOMINIO.
    UN ABBRACCIO.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si, tra tante brutture fa piacere segnalare qualche nota di vita positiva specialmente se riguarda una piccola comunità di persone (condominio) che è generalmente vista, a ragione, come un covo di serpenti.
      Ad ogni modo, ad li là del mio caso, beati coloro che vivono da soli e non sono soggetti a stressanti e litigiose riunioni condominiali.
      Aggiungo che nel mio condominio, in particolare la domenica ed i festivi, sembra di essere ad una gara di cucina tra Benedetta Parodi, Alice, Gambero rosso, Simone Rugiati e la prova del cuoco.
      Quanto al fatto di essere OSPITALI confermo che, in linea di massima, è assolutamente vero! Siamo talmente ospitali che Monti & C., con le loro spending review - viste le sofferenze inferte al popolo, ci stanno trasformando in veri e propri OSPEDALI.
      A lui ed alla sua combriccola farei mangiare un bel piattino di funghi velenosi. Non mortali. Ma di quelli che ti devi torcere sul water per una settimana! Una settimana sì ed una settimana .... pure. Ma sono cose che non dicono! Ti abbraccio forte anch'io. Ciao

      Elimina
  6. Bellissimo racconto, ma non dico nulla di nuovo! Scrivi cose che sembrano davvero commedie!
    Qua da me nulla di tutto ciò, vivo in un "appartamento in villa" come amano chiamare questo bilocale di 35 metri quadri. Sopra di me una ragazza nubile che sta sempre da mamà, vicino un ragazzo che vive solo ma la mamma passa per pulire! Nessun androne, nessuna entrata in comune, nessuna porta aperta e se c'è non si vede e, ahimè nessun profumo di cibo! Impossibile incrociare il vicino e le riunioni condominiali non ci sono, non raggiungiamo il numero minimo!
    Di conseguenza, nessun profumo, nessuna risata, nessun bimbo che mi entra in casa! Ma si sa, siamo al nord e al nord non si usa mischiarsi con i vicini... perlomeno non qua! E in fondo è un gran peccato!
    :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Sara
      magari non è tutt'oro quello che luccica ma in buona sostanza la situazione è come l'ho descritta. Naturalmente ci sono momenti in cui ai bimbi troppo chiassosi schiatteresti (bucheresti) volentieri il pallone e li rimanderesti volentieri ad incatenarsi avanti alla playstation.
      Di certo farebbero meglio a fare più compiti e meno chiasso. Ma siamo sicuri che è così? Forse fanno bene a godersi la loro fanciullezza ed a giocare e saltare spensierati. Se il risultato dei loro studi deve essere diventare professori bocconiani come Monti (che non capisce un beneamato caiser e che sta inconsapevolmente unendo l'Italia facendoci diventare tutti più poveri) ... allora ... è meglio che giochino ancora un po'.
      Goditi la tua villa al nord Italia (35 mq sono troppo pochi però) tra tutto quel bel verde che qua gli alberi nel bosco li vedo solo sul desktop del mio pc. Abbraccio. Ciao.

      Elimina
  7. Come dice Viola... Qui non ci si saluta nemmeno. Un po' di compagnia farebbe bene allo spirito. Come cuoca non valgo molto, ma cucino i dolci... Alle riunioni di condominio è "guerra" come al parlamento. Grazie per questi tuoi bei racconti familiari... Buona domenica. Qui abbiamo un po' di nevischio, bora, freddooooooo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che peccato tutta questa freddezza nei rapporti.
      La compagnia fa sempre bene allo spirito. Se poi è di qualità diventa un vero balsamo per l'anima.
      Bisognerebbe far si che chi, in un periodo della propria vita, ha voglia di compagnia vada al sud a divertirsi un po' e chi vuole starsene un pochino da solo (come me) se ne vada per qualche tempo al nord.
      Stasera è freddo anche qui 13° da stamattina che ce n'erano circa 22°.
      Comincia a preparare il camino se ce l'hai o, insomma, a startene al calduccio. Salutami la bora bora.
      E, se ti va, prendiamoci un prosecchino. Ti va? Cin cin!
      Alla salute! Ciao cara. Buona settimana.

      Elimina
  8. [im]http://community.donnamoderna.com/sites/default/files/album/a_sem/le-foto-di-semplicissimaidea/mano%20che%20saluta.gif[/im]

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciaooooooooooooooooooooooooo!

      Elimina
    2. Viola
      quanto tempo che non ci si sente
      te l'ho già scritto che mi manchi! Si mi manchi tanto!
      mi piace leggere ciò che scrivi - me le gusto come la cioccolata.
      Bello. A volte invidio il tempo che hai a disposizione e che ti sei conquistata e, forse, mi piacerebbe condividerne almeno un pò con te ma in maniera diversa dal solito e così ti farei conoscere la costiera amalfitana con le sue perle (Amalfi Positano e Ravello) e tutti i sentieri e le granite di limone saporite ed i sontuosi percorsi culinari che spaziano tra mare e terra.
      La pizza, con la compiacenza del pizzaiolo, la preparerei apposta per te, personalmente. Quando e se deciderai di farlo sarò onorato di guidarti in questo spettacolare spicchio di mondo..
      Ciao Viola. Ti stritolo abbracciandoti.!
      Ciao

      Elimina
    3. Ciao Gianni, sarai al lavoro.
      Anche a me piace moltissimo leggere i tuoi post, perchè viene proprio fuori la realtà, una realtà a volte buffa e volte tristemente buffa. La cosiddetta varia umanità.
      Non sono mai stata nella tua regione, ma vedendo le foto, soprattutto le tue, si vede una terra bellisssssima. E poi i napoletani sono SIMPATICI!!!!! Hanno begli occhi vivaci ed ammaliatori. Almeno per ciò che so io.
      La pizza!!! Deve essere un sogno, come pure le granite e le sfogliatelle.
      Buona settimana Gianni, e vedrai, quando si accorgeranno che costi più di quel che rendi...ti lasceranno a casa.
      Sono tutta stritolata e contraccambio.

      Elimina
    4. Grazie cara. Sei dolce.
      E chettelodicoaffà.
      Io la notte, assieme a qualche altra cosa, sogno di andare in pensione.
      Di andarci o di farmici mandare poco importa.
      Per me sarebbe più gratificante di un 6 al superenalotto.
      Mi piacerebbe starmene a casa a vedere la fine del mondo in tv.
      Noi e pochi altri ci salviamo. Non ti preoccupare. Tutto a posto.
      Buona settimana anche a te.

      p.s.
      Ti faccio vedere qualche foto delle pizze e varie che faccio io.
      Di più qualche tempo fa. Prima ero un assiduo frequentatore di forum sulle pizze. Adesso produco poco perché non le mangia nessuno.
      Non mi si filano. Sono tutti a dieta!
      Ciao zucchero. Buona settimana anche a te.

      [im#]http://www.pizza.it/sites/default/files/fotogallery/10315/13076_17.jpg[/im]

      [im#]http://www.pizza.it/sites/default/files/fotogallery/10315/13076_3.jpg[/im]

      se vuoi vederne altre clicca qui sopra. Ciao.

      Elimina
  9. Ma come ti viene in mente di guardare la fine del mondo in TV? Non so se ci salviamo!!!
    Qualche notte fa ho sognato che ero al lavoro, erano sparite delle ricevute, ero nel panico!!! E il buffo è che appena mi sono svegliata mi sono messa a pensare dove potevano essere.... E poi ho realizzato che...non me ne può fregà...
    Comunque ad ottobre non si è ancora visto una specie di assegno di esodo-sipendio.
    Speriamo bene.
    Complementi per le pizze. Ne ho mangiata una ieri, senza pomodoro, bianca, con mozzarella, scamorza e prosciutto cotto.
    La dieta....Alla pizza non so resistere. Peccato abitare lontano.
    Tu cucineresti la pizza, ed io la mangerei con grande soddisfazione....solo per gratificarti, ovvio!

    RispondiElimina
  10. Anch'io la mangio senza pomodoro... mi dà dei problemi allo stomaco...
    Mi hai lasciato una bella poesia e ti ringrazio... I panini non li ho fatti io, ma ho un panificatore-autista-maggiordomo tuttofare molto bravo.
    Ti ho risposto anche da me... Ciao e buona giornata.

    RispondiElimina
  11. Wow that was odd. I just wrote an incredibly long comment but after I
    clicked submit my comment didn't appear. Grrrr... well I'm not writing all that over
    again. Anyway, just wanted to say superb blog!

    my web site; Juan Jude

    RispondiElimina
  12. Searching for a potent yet somehow easy to move and
    efficient wind turbine? The usual the meats good
    results solutions for jerky are as follows: e Decide on a depend little cock
    lower down from the different surplus, ligament
    as well as tendon o Golf slice all clipped fish directly 1/8 directly to 1/4 squirm fluffy tape.

    May indeed your micro wave toaster be much better in comparison with investing apart items?
    Just one of the tasks who baffled state-of-the-art industrialists came to be a way to speed up which the treatment
    linked glass.

    Here is my web site; Georgiann Agustino

    RispondiElimina

Drink!