mercoledì 3 ottobre 2012

14 L'ASSICURAZIONE


Un bel giorno sono andato a pagare l’assicurazione per la mia Renault 19 TSE.
Che quello allo sportello quando mi ha visto in faccia ha capito subito che io volevo pagare qualche cosa e mi ha chiesto con aria molto professionale “deve pagare il premio?
Il premio?   
Io ancora la pago ma, sappiatelo tutti, qui in Terronia ormai l’assicurazione non la paga più nessuno. 
L'altra volta mi ha fermato la polizia per un controllo e quando ha visto che il tagliando dell'assicurazione era originale ha chiamato il collega urlandogli "Gennarì corri vieni a vedere come è fatto un tagliando origgggginale che mi sa che non ti capita più un'altro (fesso) come a questo qua". 
Ormai con i contrassegni falsi ci si fanno i regali per la prima comunione o per la laurea!
Ai matrimoni, anziché le buste con i soldi, alcuni parenti iniziano a regalare agli sposi una busta con una decina di contrassegni falsi di assicurazione nuovi di zecca con i rispettivi  numeri di targa dei SUV che ha regalato loro mammà con i proventi della vendita di droga.
Ora io lo so che voi lì ad Aosta, a Udine, a Torino, a Trieste, a Bologna vi starete rivoltando nella poltrona avanti al pc!
Io lo so quello che state pensando: UN MURO.
Un bel muro tra Nord e Sud!     Siiiiiiiiiii!      Altro che ponte sullo stretto!
Un bel muro alto alto come i watussi altissimi neri tipo muraglia cinese che si vede pure dall’astronave degli alieni che hanno vinto l'appalto per fare la fine del mondo il 21/12/2012.
Qui fanno talmente tanti imbrogli sulle assicurazioni (incidenti falsi, ricoveri falsi, invalidità false) che, a furia di fare imbrogli, le assicurazioni hanno aumentato all’inverosimile il “premio” e si fanno pagare dai 1.200 euro ai 1.500 euro l’anno per un’auto di media cilindrata.
Naturalmente se siete in prima classe! Nel senso che non avete mai fatto incidenti.
Perché se malauguratamente vi fosse capitato di graffiare il Suv del capo camorra della vostra zona il prezzo sale.
In Terronia quando due si incontrano al bar per il caffè si dicono:
- “tu quest’anno quante te ne sei fatte?
-- “io quest’ano solo due perché ci ho avuto da fare ma pero all’hanno prossimo me ne faccio dippiù
- “io invece a me è antato beno … il mio avocado me ne ha fatto fare 5!" (5 denunce fasulle di incidenti fasulli) 
-- “Azz … tieni a un’avvocato con le palle quadrate … mi devi dare il nummero che ci volio andate anc’io subite”!

Care amiche, cari amici del blog.
Vengo con questa mia addirvi … voi quanto pagate di assicurazione in un anno per la vostra auto? Vorreste contribuire a fare chiarezza sui prezzi pagati in Italia?
Basta mettere: città, cilindrata o tipo di auto, importo pagato in un anno.
Scrivete numerosi.

La Redazione del Blog, per l’occasione, metterà in palio tra i partecipanti un’assicurazione gratuita per 1 anno per un’auto media (tipo la “punto” a gas).
A quelli che invece hanno un SUV fino a 50.000 euro (tipo Rav4, Santafè etc.) solo 6 mesi di assicurazione. Ovviamente ai fortunati possessori di SUV un po’ più importanti (tipo porsche cayenne o audi q7) solo 3 mesi.
Naturalmente … tutta robbba vera squisitamento origginalaaaaa e garantito!
Signori ... seguite le mie mane ... non c'è trucco non c'è inganno ... questo vince questo perde ... puntate i vostri soldi ... gaurdate le mie mane ... puntate i soldi ... questo vince questo perde ...

14 commenti:

  1. Caro Gianni

    Si è sempre al sud di qualcosa... Noi, qui in Ticino, siamo il sud della Svizzera (per voi siamo al Nord...) e anche da noi i premi sono più alti rispetto al resto del Paese, perché ci sono più frodi... Gli stranieri poi, nella democratica Svizzera, pagano premi più alti... perchè statisticamente gli stranieri fregano di più le assicurazioni...
    Insomma, tutto il mondo è paese... e il marinaio rovina il porto... e chi ne ha, più ne metta...

    Stammi bene!
    Cinzia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Come non essere d'accordo con te?
      C'è sempre un sud che è più a Nord di un altro sud.
      C'è sempre un ricco che è più povero di un altro ricco.
      Ma spesso questa differenziazione è insopportabile.
      Specialmente quando vivi a sud del sud o in un mondo dove la regola è la non-regola.
      Non sono io quello che voleva una vita spericolata .
      Io volevo solo una vita .... con tutte quelle bollicine .
      Ciao cara.

      Elimina
  2. Qui a Trieste paghiamo tutto, TV, radio, imu, ici, tarsu, ticket su farmaci o visite specialistiche... L'assicurazione della macchina non so quanto viene...
    Si occupa il "capo" famiglia (io non ho nemmeno la patente), ma credo venga sui 400-500 euro per un anno (in prima classe).
    Tiriamo SU questo muro... Ciao, a presto.
    ale

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ale a Trieste l'assicurazione costa circa un terzo (400-500) di quanto costa qui in Terronia (1300-1500). Ad ogni modo anche qui si paga tutto quello che c'è da pagare.
      Tranne le tasse, le assicurazioni ed un mare di altre cose.
      La cosa in sé potrebbe anche passare se non per il fatto che poi a pagare il conto sono sempre i poveri fessi. Ovvero lavoratori dipendenti e pensionati.
      Che pagano sempre e tutto e tutto in origine (in busta paga).
      Ciao cara.
      p.s. Sembra che più che avere amletici dubbi tipo "essere o non essere" o "avere o essere" ormai nel mondo sia rimasto l'unico vero dilemma dilemma "Rubare per vivere o vivere per rubare?"
      Ciaoo

      Elimina
  3. Ciao Gianni, qui al Nord si paga TUTTO. E poi lo sai bene, il dipendente è fregato in partenza!
    Non ne posso più di sentire la TV: ogni coperchio che alzano, c'è del marcio sotto... Rubano e mangiano, mangiano e rubano.
    Ma onesti non ce n'é?! Ma sono solo i disonesti che arrivano al potere, o chi arriva al potere poi gli dà alla testa e diventa disonesto?!? Hai una risposta?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Essere onesti dev'essere un difetto genetico, una malattia rara e, probabilmente, incurabile. I più non sanno neanche che esiste.
      Il potere, per definizione, è gestito esclusivamente da disonesti e facce di bronzo.
      Non esiste che qualcuno arrivi al potere e, solo dopo, diventi disonesto.
      Sono disonesti in partenza.
      Spiego perché. Il politico (o ladro tanto è uguale) è un tizio che, rappresentando una moltitudine di persone, ne deve gestire soldi e leggi. Per tale motivo, quando si vede il gruzzoletto avanti agli occhi, prende i soldi e scappa. E non solo metaforicamente. Un po' come accade con gli amministratori di condominio che, sempre più spesso, dopo un po' spariscono con i soldi del condominio.
      E' nella natura del replicante rubare. La società, la scuola, i genitori gli iniettano il dna della disonestà e della competizione rubatoria sin da piccoli.
      Viola da quando sei tornata mi sembra di violare. Ora sto cantando a squarciagola fuori al balcone "VIOLAre oh oh, VIOLAre oh oh oh oh, nel blu dipinto di blu, felice di stare lassù ..."

      Elimina
    2. Che buffo sarebbe vederti davvero sul balcone a cantare...Magari mentre inforni una pizza, alta e soffice come la fate a Napule!
      Noi qui pizza bassa, sottile, croccante: il condimento... a piazér !!
      Riguardo ai politici, credo proprio che tu abbia ragione, non c'è soluzione comunque.

      Elimina
  4. In settembre quando sono andato a pagare l'assicurazione, l'assicuratore mi ha detto: "se lei ha un incidente con uno che non è assicurato ha un sacco di fastidi per farsi risarcire e forse non ci riuscirà se è un nullatenente, le conviene assicurarsi anche per la "collusione", in tal caso la paghiamo sempre noi". E' riuscito a convincermi o ad abbindolarmi. In pratica mi ha fatto pagare € 170,in più. Bel post ed anche utile. Ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Con i soldi delle nostre "tasse" non facciamo altre che andare a riempire le tasche di banchieri e politici. Tra assicurazioni, bollette, imposte etc. non facciamo altro che "girare" i soldi elemosinati lavorando ai politici che se li mettono in tasca. Cioè che se li rubano.
      Ciao Francesco buona domenica

      Elimina
  5. io l'assicurazione la pago, purtroppo.
    quando ho dato scarico, mi è salita vertiginosamente.
    una volta ero fermo in mezzo alla strada che aspettavo di svoltare. uno è uscito in retromarcia da un parcheggio. per farla breve: metà per uno.
    le poche volte che mi è scesa... è perché ho cambiato assicurazione. poi dopo due anni ricomincia a salire.
    se mi fossi autoassicurato sarei milionario. avrei il suv con l'autista e la mignotta.
    invece mi tocca pagare, non avere nessun servizio e rodermi il fegato.
    allora sai che ti dico? che chi fa 5 o 6 incidenti finti e fotte l'assicurazione è un ladro. chi non lo fa è un pistollo.
    e allora vado coi mezzi pubblici.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mettiamola così: ce la stanno facendo pagare! Anch'io uso i mezzi pubblici che, tra l'alro, sono praticamente spariti dalla circolazione per via della regione campania che s'é rubata tutti i soldi come tutte le altre regioni. Italia unita dal ladrocinio e dalla criminalità. Con quello che pago di abbonamento (360.000 l'anno) dovrebbero farmi viaggiare in taxi! Invece mi attacco al tram!

      Elimina
  6. Ciao Gianni!

    Bergamo
    DR1 1300
    classe 9
    460 euro compresa assistenza legale e traino.

    Ciao!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Sara
      I tuoi dati sono una conferma:
      a Napoli si paga il doppio se non il triplo che nel resto d'Italia.
      Vorrà dire che emigrerò a Bergamo! Se mi fanno passare, naturalmente.
      Ma Bergamo alta o Bergamo bassa?
      Vabbé ... ci penserò domani ...
      Ciao cara

      Elimina
    2. Berghem de sura o Berghem de sota? Io sto in parte! ;-)

      Se ti fan passare? Per quanto mi riguarda non c'è problema, non dimenticare che ho un avellinese in casa, perciò ti aspettiamo!!
      Un abbraccio!
      :-)

      Elimina

Drink!