mercoledì 1 giugno 2011

15 BUCATO





a gentile richiesta
Con una mano tiene fermo sul filo
il bavaglio colorato del figlio
e con l’altra, senza neanche girarsi,
pesca subito un’altra molletta
ed aggancia con gesto sicuro.

Come ruota ed inarca per bene
quel suo busto perfetto!

con il pargolo attaccato alla gonna
che gorgheggia e prova la voce.
Lei si muove con passo felpato
si china e prende qualcosa
sinuosa stende altro bucato
e per farlo si sporge al balcone
deliziosa e ancor giovane mamma.
Alla ferrea e fortunata ringhiera
appoggiando quel florido petto
che sembra proprio voglia scoppiare
incontenibile e rigonfio di latte
tra la stoffa elastica e tesa
di una eterea e sottile maglietta.
Che incantevoli seni perfetti
ondeggianti e danzanti ogni volta
alla stesa di un altro lenzuolo
provocando una magnifica scossa
alla corda dei panni ed a tutto il balcone.

Dondolando graziosi e possenti
vibrazioni che si allargano
come cerchi nell’acqua
spezzando il filo sottile
dei miei folli pensieri.
Basta un morbido seno di donna
Per fare tremare le stelle.

15 commenti:

  1. .... sono parole bellissime... e la donna a cui ti sei ispirato, deve essere fiera e felice di queste parole... sono splendide... Buona serata...

    RispondiElimina
  2. Avrai una caterva di maschietti, a commentare, però fa piacere questa ammirazine per le puerpere.
    Cristiana

    RispondiElimina
  3. Guarda che se vai avanti così ti faccio conoscere la Mora e la Fede

    RispondiElimina
  4. però la prossima volta non mettere solo lo stendino, metti anche la stenditrice, che magari ti trovi un posto come accompagnatore a Forum sul quinto canale.

    RispondiElimina
  5. Vedi Gianni, quando arriva Mariolino vuol dire che c'è roba buona...bravo!

    RispondiElimina
  6. quoto Mariolino per la stenditrice!

    RispondiElimina
  7. L'ho letta più volte; se non ci mettevi i tuoi folli pensieri nel finale restava come una madonna, come quelle della grande pittura. Ma i folli pensieri tu potrai dire: esistono.
    ciao

    RispondiElimina
  8. Parole molto belle.
    Ciao,
    Lara

    RispondiElimina
  9. Per la miseria!!! Non date silicone ai bambini piccoli, sotto i diciotto non va bene. Lo sa anche Silvio che da la protesi a Ruby, ma per lui passi è legittimamente impedito e quindi eccezioniamo.

    P.S.
    Sai che far lavorare in nero dei minori è reato? La prossima volta, per la lavatrice, chiama un idraulico artigiano che fa fattura, se non vuoi incorrere in sanzioni amministrative.

    RispondiElimina
  10. per fare un bucato con così tanti capi diversi, usi Grey l'acchiappacolori con la Indesit da 7 kg.?

    P.S.
    se legge Vitamina "acchiappa", pensa che io sono fissato con il lato Bi delle donne.

    RispondiElimina
  11. E' un ottimo post!

    Grazie mille per il commento, CIAO!!!

    RispondiElimina
  12. Ciao tremendo...questa poesia è fantastica!
    valorizza la bellezza di noi donne...il seno.
    Che bella e armoniosa...
    Sai è come se io ti vedessi li...sul balcone a guardare quella dolce donna che stende il suo bucato...
    Ammirato dalla sua dolcezza...dalla sua grazia e dal suo...emmm si dai il suo bel 4 di reggiseno!:)
    E ti capisco...le cose semplici attirano molto di più che gommoni rifatti!hahahaha!un bel seno materno vale molto di più che gommoni di silicone non trovi?ehehehehe.
    Sei tremendamente unico!bravissimo!
    Ma chi è la signora?eheheheh!
    Scherzo...ti abbraccio.

    RispondiElimina
  13. Mi piace molto il bucato dipinto. Trasmette allegria.

    RispondiElimina
  14. Dimenticavo di dire che sono arrivata qui spinta da Mariolino.

    RispondiElimina

Drink!