domenica 19 giugno 2011

34 DA DA DA



La notte non porta consiglio
a me non ha detto un bel nulla
non è questa la strada, lo sento.
Certe volte conviene dormire
su un letto di nuvole
lontano da chi può farti capire
di aver perso la strada.
Forse sono soltanto bugiardo
forse il cuore ha cambiato gestione.
Converebbe fare una foto
alla pioggia che cade
e smettere di fare il pagliaccio e l’attore.
Chissà dove saranno nascosti
il regista ed il suggeritore!
Ti soffermi sulla replica estiva
il da da da per chi resta a casa
e non ridi proprio per nulla.
Dio non guarda quaggiù dalle stelle
ed infatti anche oggi il cielo
ha di nuovo sbagliato colore
come un servo che senza padrone
non lavora e si mette a giocare.
Allora è meglio fermarsi un momento
prima di riprendere a camminare
dai prendiamoci un altro mojito
e restiamo con i piedi nell’acqua.
Farò tutto quello che vuoi
perché tanto lo so
che anche quest’anno, l’estate,
passerà senza grandi sorprese.


34 commenti:

  1. mi basta che non faccia caldo troppo. Buon inizio d'estate comunque.

    RispondiElimina
  2. Gianni,
    vengo qui per sentire messa cantata, non per il rosario di una veglia funebre. Sono qui per tastare il polso alla revolusion. Non possiamo un giorno bere Tequila con Emiliano Zapata, e il giorno dopo ci seghiamo a Mojito, perchè ci accorgiamo che anche noi siamo nelle condizioni di Hemingway e abbiamo il camino che tira poco.
    Non ci sto. La rivolusion o si fa giusta o non si fa, la rivolusion si fa con la testa, mica con il coso. Mica siamo degli imbraccianti salariati, che dal Lunedì al Sabato sparano, e di Domenica recitano poesie a Posillipo per sbarcare il lunario. No, non ci sto. Tu sei il mio sogno, la mia revolusion, il mio Dio. Stiamo partendo per le galassie, e ci fermiamo alla prima bettola a chiedere dove è la toilette? Tu devi essere un faro. Devi illuminare la strada, non chiederti se sia o meno la strada giusta.
    Gianniiiiii!!!!
    Stiamo camminando ostrega! Non fermiamoci proprio adesso, perchè una stazione è vuota e Garibaldi pensava di trovare almeno 1000 vacanzieri, perchè alla tele non c'è più "quelli che il calcio" o "talent".
    Non possiamo Gianni. Non ce lo possiamo permettere. Adesso mi hai fatto alzare e mi dici che forse non siamo sulla buona strada?
    Camminiamo Gianni, camminiamo. DaDaDa è un programma nuovo e rivoluzionario, pesca il meglio del passato per farci capire che si stava veramente meglio quando si stava peggio.
    Come fai ad avere dubbi adesso?
    Indicami una strada, una qualsiasi, e camminerò al tuo fianco (scusa, appena dietro di te, nella truppa).
    Siamo in moto Gianni!

    P.S.
    A casa mia è una vita che guardano solo film in bianco e nero, perchè ... quelli si che erano film! Si guardano Rai Story. I miei vivono nel passato, ma noi che non ce la faremo ad avere un futuro per tempi tecnici, almeno viviamo il presente. Viviamolo per noi, ce lo dobbiamo Gianni.
    Non puoi un giorno convincermi ad andare contro Berlusconi e Bossi e il giorno dopo mi fai attraversare la strada dove fanno crash test ai Suv. Non dormiamoci sopra, non è più il momento di dormire per vedere se dalla notte arriva consiglio ... occhio che poi arriva anche Presidente e la Night porta escort, e ci frega un'altra volta. Lo sai come siamo fatti noi uomini, facciamo, facciamo, poi vediamo u pilo e non capiamo più un tasso e tanti saluti alla revolusin.

    RispondiElimina
  3. adesso ti sei arenato perchè non ti vanno quelli che vanno in ferie. Se poi vanno in ferie con il Suv deragli. Ma cosa dovrei dire io che non festeggio più nemmeno il patrono ... oltre ai Sabati e alle Domeniche da lustri? ... ma anche da opachi a dire il vero.

    RispondiElimina
  4. Mariolino non mi sono arenato!!!!!!!!!
    è solo una poesia
    non facciamoci prendere dal panico!
    sono solo 4 stronzate di una vecchia poesia
    tanto pe fa quarcosa
    la rivoluzione è partita
    e non si fermerà più - indietro non si torna
    ed io non vado mai in ferie
    SONO in servizio attivo 24 su 24
    STAY TUNED Mariolino

    questi sono solo inganni per il radar
    diversisi per i missili
    STAY TUNED Mariolino

    SIAMO OPERATIVI ripeto SIAMO OPERATIVI

    RispondiElimina
  5. ma porca miseria dille queste cose, dille. mandami un messaggio in codice. Mi avevi fatto prendere un colpo, avevo già messo in standby il moschetto. Allora torno in trincea e aspetto il segnale di fuoco. Però, dovesse finire la guerra, mandami qualcuno ad avvisarmi. Non dimenticarmi come un giapponese qualsiasi nella foresta. Qui le notizie arrivano frammentate.
    Intanto io ho cominciato a prendere i numeri di targa di tutti i Suv che vedo. Potrebbe servire.

    P.S.
    Stamattina, a uno dell'ASL che due anni fa mi aveva detto "Sa che la regione Lombardia ha il migliore servizio sanitario d'Europa? Provi ad andare in America a vedere come funziona la sanità da quelle parti, oppure vada a Napoli 5".
    Dal cognome, secondo me, massimo massimo, vine da Ponza, ma voleva vedere se pensavo male degli isolani. Comunque gli ho detto "mi consenta dottore, me ne dolgo, ma non ho ancora fatto in tempo a visitare l'Asl di Napoli 5 ma mi riprometto di andarci quanto prima, però appena vado a casa scrivo a Gianni un amico di blog che ha due fratelli medici che ci lavorano". Potenza dell'hard disck che ho in testa, potenza delle raccomandazioni. Basta dire "Gianni" è il mondo è ai tuoi piedi. Oggi pomeriggio mettono a posto tutte le carte con l'ospedale e poi mi chiamano.
    Ma ti rendi conto che basta dire "Gianni" ed è meglio del raccontare che sei nipote di Mubarak?

    P.S.
    però a me queste cose non vanno.
    Perchè in Italia c'è sempre bisogno della raccomandazione di qualcuno per avere giustizia?

    RispondiElimina
  6. Mariolino ormai qui è tutto un parlare in codice
    ... far finta di esser sani (Gaber)!

    qui in terronia, appena qualcuno si sente male, forse mi ripeto, si fa subito una riunione di famiglia (tipo tribù in Libia) e si rintraccia il "parente" più affidabile dal portantino all'infermiere, dalla ditta di pulizie dell'ospedale alla guardia giurata in guardiola.
    Altrimenti ti lasciano nel cortile dell'ospedale in mezzo alle bancarelle del torrone.
    Ormai quando arrivi al pronto soccorso non ti chiedono "che ha signore si sente male?" ma "Siete parente di qualcuno? ... chi vi manda?".
    Mariolino, non ti affannare a prendere le targhe dei SUV. Vado io un attimo con la pen drive all'ACI e scarico il database di tutta Italia. Tengo un amico lì dentro.
    Facciamo prima a prendere le targhe di chi non ha il SUV che il contrario ... capisc a me!!!
    Gira la manopola, Mariolino, e resta in attesa del segnale .... onde corte, cortissime ...

    SIAMO OPERATIVI ripeto SIAMO OPERATIVI

    Segnale cifrato: Mariolino ... ti passo il primo blocco del manuale di istruzioni

    RispondiElimina
  7. No Gianni, non ci sto.
    Tu sei un bravo ragazzo e stai bene anche con la cravatta ma io non ci stò.
    Se noi italiani fabbrichiamo un motore ad Avellino per uno Sputnik Journey per ricchi, perchè dobbiamo denunciare che la stessa azienda non vuole fabbricare un monopattino a Termini Imerese per Settimanal Poveri? Intanto cominciamo a costruire ad Avellino e poi a Termine Imerese ci pensi lo stato. Sono per gli aiuti alle aziende private in compartecipazione con lo stato. Ti aiuto ma divento azionista. Non è IRI. E' faccio il socio di minoranza ma ti controllo e decido eventualmente l'amministratore delegato tipo Parmalat Nuova, appena va bene vendo le azioni (e non fare come Tremonti che lascia ai privati l'onere di sanare e vuole entrare ad azienda risanata, a quel punto a che serve lo stato. Non sono per gli aiuti a fondo perso. Sono sempre soldi buttati. Ma perchè appena costruiamo una cosa subito ci martelliamo i gioielli? Chi ci guadagna? Se il mondo immpazzisce per gli Swatch e la gente se ne mette dieci al braccio o tutti comprano I-pod-pad-cloud-pikup-punk rock ecc. noi diciamo forse che sono cazzate che i ricchi non devono comprare e non servono? Ma se le cazzate non le vendi ai ricchi a chi vuoi venderle a quelli del Darfur? Se Lapo vuole tenersi in ogni stanza un 5000 di Monaco della BMW e io preferisco tenermi un 120 litri Indesit in cucina. Perchè dobbiamo fare casino,
    cerchiamo almeno di rifilargli dei 2000 di Avellino al posto di quelli di Monaco e io vado avanti a tenermi il mio 120 litri,
    Con Landini non ci sto.
    Non esiste la fabbrica democratica e non credo alle fabbriche di stato. Lo stato deve fare da cuscinetto temporaneo, vigilare che chi compra non lo faccia per fare spezzatino, mandare a casa e solo per guadagnarci senza produrre nulla ma a che serve la democrazia nella produzione?
    Noi vogliamo solo soldi senza lavorare, ma non è un sogno possibile, anche se lo vorrei anch'io.
    Vendiamo il vendibile. Senza fare campagna antioperaia.
    Cosa vogliamo vendere? Lele Mora e la sua bancarotta da 8 milioni di Euro?
    Scrivere da qui è un martirio.
    Le parole svaniscono come i premi di produzione.
    ci riprovo fra 200 chilometri.

    RispondiElimina
  8. Ciao dolcezza...fa cald!
    Quel bicchiere di mojito che hai messo li mi tenta...e tanto.
    Carissimo Gianni...la notte porta consigli...ma a chi?Hai ragione e tanta.
    Sarò ripetitiva come in altri precedenti post...siamo in un mondo corrotto!in un mondo di cacca!Qui nessuno si ferma caro amico mio...qui corrono corrono come bestie feroci e dannati!sempre in cerca di fregare qualcuno!
    Ci siamo imbastarditi tutti...questa è la verità...la cruda e amara verità amico mio...Come le stagioni!non c'è piu la primavera o l'autunno...l'estate o l'inverno...Il mondo ormai sta cedendo!e non ce ne rendiamo conto!
    Ha ragione Mariolino!camminiamo!non fermiamoci!ma ahimè siamo pochi...troppo pochi!l'unione fa la forza!ma qui pare che son tutti un magna magna di bla bla bla!che piangono solamente e non mostrano le p...e!
    Ti stringo Gianni.
    P.S.scusami per le parole un po fuori fase....:)
    Un sorriso:)

    RispondiElimina
  9. Mariolinoooo!!ahahah!caro Mariolino!Hai ragione...ma a chi non piacerebbe guadagnare standosene a casa come fanno tantissimi politici o senatori o altri infami zozzi?chi?Oddio ho riso tanto leggendo quest'ultimo tuo commento!
    Avete ragione tu e il mister Gianni....:)
    Ma ahimè la realtà carissimo Amico mio è ben altra...e allora scendiamo dalle nuvole...e restiamo con i piedi per terra...Non credi?Ti stringo Mariolì!!!

    RispondiElimina
  10. Ssss...Mariolino...ssss...ci sei?ti sto cercando per dirti che se vuoi tu e il mister...passo a prendervi io on la SUV e andiamo su Marte ok?
    Si...ssss...hai capito bene...il mister ha una villa con piscina...ssss...non dire che te l'ho detto.
    Passo e chiudo...fammi sapere...vado...

    RispondiElimina
  11. Mariolino
    la ricetta per salvare il mondo è un pò complessa ed io sono quasi del tutto d'accordo con quello che dici. Mi piace moltissimo, poi, la partecipazione o compartecipazione dello Stato.
    Anzi a me piacerebbe un intervento anche più “sostanzioso” dello Stato pur senza fare i comunisti.
    Tu dici: se il lavoro si fa, che ce frega chi compra e cosa?
    Ecco… siamo costretti a vendere frigoriferi in Alaska pur di fare qualcosa! E questo è diventato inevitabile perché siamo troppi sul pianeta.
    Le "cineserie" che compriamo a quattro soldi non sono il frutto di un mercato libero ma di un mercato di schiavi, di bambini, adulti, anziani, persone che lavorano tante ore al giorno in barba a qualsiasi regola che non esiste e che, anzi, va sparendo anche da noi.
    Ed allora se accettiamo che non c’è stata evoluzione e che in, fondo in fondo, le cose così devono andare, ma allora a che serve la tecnologia? A far pubblicare il proprio necrologio con il tablet?
    Se sono più i danni che i vantaggi dov’è in vantaggio?
    Se dobbiamo continuare a vivere per poi morire di tumore per inquinamento e dire che è giusto così perché l’aspettativa di vita è aumentata ma allora ….
    Ecco che allora …. ritorna Dio.
    Ecco, forse, a livello informale, dobbiamo ripartire da qui come fai tu quando parli con Dio.

    continua --->

    RispondiElimina
  12. A volte parliamo di "vivere" ma sai bene che il più delle volte ci riferiamo ad un "sopravvivere". Pur di non morire. Siamo troppi sul pianeta e tutto è lecito pur di sopravvivere.
    Passo il tempo a lavorare, accudire genitori anziani, moglie, figlia, vicina di casa, etc. mentre gli altri se ne comprano suv. Si lo so è carattere. Ed io taccio. O meglio ogni tanto sfogo. Ma è solo uno sfogo sul blog. In fondo a chi rompo il cazzo?
    Ne riparleremo. Ma, sicuramente, a mio avviso, stiamo discutendo di come si stare più "comodi" in 50 su di una “500” che ne può portare 5. o 4?.
    Che fare? Non è facile! Io non ho la ricetta.
    Qualche idea ce l’ho, ovviamente.
    In attesa che crolli l’Europa e salti l’euro:
    E sarebbe interessante discuterne in maniera chiara, semplice ed esplicita. Io dico:
    Basta fare figli per un po’ … riduzione drastica del numero di abitanti del pianeta.
    Regolazione dei profitti.
    Acculturamento (crescita interiore ed intellettiva) dei “sudditi” con riforma completa della scuola
    Democrazia partecipativa e non rappresentativa.

    Non mi va più di assistere alla bella vita di un commerciante che compra una camicia a 2 euro e la rivende a 50.
    Eticamente, il commerciante, non ha alcun senso di esistere. Io pur odiando il lavoro (è un fatto caratteriale e filosoficamente personale), cerco di fare bene e di dare il meglio di me.
    A che serve avere per le strade tremila negozi che comprano a 2 e rivendo a 50?.
    Che follia è mai questa? Le strade delle città, al piano terra, sono tutti negozi. Che vendono più o meno le stesse cose. Quando passi dalla strada avanti ad un negozio vieni invaso da un getto di aria gelida e vedi le vetrine in pieno giorno illuminate da faretti con 3000 watts.
    Le buonissime mozzarelle di bufala della Campania non hanno neanche un grammo di latte di bufala. Non hanno neanche un grammo di latte.
    Io mi chiedo. E mai possibile che si parli di “risparmio energetico”, razionalizzazione … per vedere bar e negozi che consumano 6000 watts per illuminare in pieno giorno un paio di scarpe in vetrina ed essere raggelati sin dalla strada con 30000 btu di condizionatore.
    E noi a fare la pipì al buio in casa nostra! Mia suocera sta quasi tornando alle candele!!!!!
    Prima, qualche tempo fa, si poteva anche fare. Eravamo in crescita, il dopoguerra, lo sviluppo …ma ora? Ora ci si deve dare una mossa.
    Il divario è esagerato!
    A mio avviso.
    Lui con la villa a Capri ed io nella mia favela.
    Lo so che la vita è questa: prendere o lasciare.
    Ebbene io, a queste condizioni, preferirei lasciare.
    Non vedo l’ora di parlare un po’ con Dio. In alternativa mi sta bene anche il Demonio. Purché si balli e si canti. E che non si lavori per nulla.
    E che ognuno, almeno, faccia il lavoro che ama!
    Tanto le tasse le pagheranno sempre gli stessi e sempre di più.
    Altro che riforma fiscale alla Robin Hood che toglie ai ricchi per dare ai poveri.

    RispondiElimina
  13. Gianni,
    ci sono punti nella mia testa inamovibili, sarà una sutura fatta male da bambino.
    La roba va venduta a chi ha soldi. Se la vendiamo a tutti siamo inflazionati.
    Se riusciamo a vendere un missile a Berlusconi con l'ogiva a forma di ... come dire ... susina?
    e ci lavoriamo in mille, avremo costruito un prodotto altamente tecnologico, avremo preso dei soldi a un ricco e avremo una scodella di riso ciascuno. Silvio avrà tutto il tempo per innamorarsene.
    Se andiamo a vendere a Lele Mora, con la bancarotta che ha appena fatto, garantito ci rifila una fregatura e non ci restano nemmeno i bastoncini e la bocca per il riso.
    Se noi facciamo fare palloni ai bambini del Sud per far giocare i bambini del Nord non risolveremo nulla. I supermercati sono pieni di roba "tutto ad un euro e la vendono e ci guadagnano più di quella che serve a 100 euro. Una paletta con lo scopino serve sempre. la fa una macchina e la vendono ad una persona.
    Ora tu che insomma ad un Suv ci faresti la corte un missile con la prugna in cima ci faresti anche la tua bella riverenza ma io che sono contadino cosa vuoi che me ne freghi una sull'ogiva, ma dammene due nel pagliaio che giochiamo a nascondino. Non è per fare robe porche per far girare salami d'inverno, è una questione di praticità contadina.
    Comunque vada io sono Fordiano.
    Due regole
    1) Daremo al cliente la Ford T di qualsiasi colore purchè nera.
    2) C'è vero progresso solo quando i vantaggi sono per tutti.
    ---------------------------------
    Penso a quando andavo da un costruttore di motori da macinacaffe. Seimila pezzi al giorno, se tutti usano la "capsula" di Clooney possibile che tutti quei macinacaffè vadano in liste nozze?

    Penso a quando andavo da uno che costruiva tosaerba e in fondo c'era il tabellone con i finiti, i testati e i guasti buttati a macero (ripararli sarebbe costato troppo) 1500 pezzi al giorno. Ma quante aiuole rasa Grignani?

    P.S.
    Giusy,
    io su Marte non ci vengo per trovarmi anche li dei dischi volanti sportivi e utili che svicolano a 45 giri e fanno schiattare al semaforo Gianni.

    RispondiElimina
  14. Gianni,
    ci ho pensato un quarto di notte.
    Non fraintendermi.
    Io ho pensato in grande.
    Costruiamo piramidi, gli mettiamo in cima una veramente gnocca o anche solo la gnocca e un paio di mongolfiere (altrimenti dal basso non si vedono), non la solita Horus solo perchè fa la veronica a Iside, la solita storia del conflitto madre figlio, Edipo ecc. si ma questa è donna ... si insomma come Pippa e Kate ... no queste sono sorelle. Mi sono incartato, scusa.
    Quello che intendo è che sopra ci mettiamo ... hai capito, e la differenza è che la piramide ce la facciamo pagare e mandiamo i maroni a pattugliare il mare per non far scappare i faraoni alle Cayman. Soldi sull'unghia (sperando non siano lingotti d'oro ... ti segano le unghie quelli) e si lavora a turni. La fase successiva è che poi non lavoriamo più e viviamo di rendita. Si ... poi c'è sempre quel figlio pistolotto che vuole anche lui la piramide e la gnocca e spaccia erba del Nilo coltivata sul delta del Po ecc. ... vabbè quando succede si riparte daccapo.

    RispondiElimina
  15. Tutto ciò che ci gira intorno e vergognoso! ancora di più perchè siamo noi che non vogliano sapere!!O semplicemente ne ne freghiamo di queste cose!!!la televisione e i giornale no danno una informazione giusta!!o per dirla tutta parlano bla bla bla!e non concludono un cavolo!La cosa piu' grave, pero', e' che politici e giornalisti non permettono neanche ai singoli cittadini di discutere di questo argomento. Non appena qualcuno ci prova, scatta appunto quella strategia del 'silenzio', adottata da tutti, che e' la forma moderna di censura, molto piu' grave e piu' efficace nell'attuale mondo dell'informazione planetaria, di una censura dichiarata ed esplicitamente coercitiva in quanto se una notizia non viene 'raccolta' e ripetuta passando da uno strumento di comunicazione all' altro, e' inesorabilmente condannata ad una morte peggiore della morte perche', quale che sia la sua importanza, ne viene negata l'esistenza.
    Si puo' dedurre, dunque, dal silenzio mondiale che circonda la questione della sovranita' monetaria, che le Banche sono le uniche, vere padrone del mondo. Possiedono, nella precisa accezione tecnica del termine 'possedere', tutti gli Stati, mentre politici e giornalisti svolgono la funzione di servizio a cazzo!! in qualita' di gestori, del Potere finanziario!!. E' a causa del silenzio da parte di tutti che si e' creato questo "disagio"!!. Idea che fa comodo soltanto ai detentori del Potere!!. Non esistono ne' cospirazioni, ne' segreti!!! la realta' e' questa PURTROPPO!!
    Samo marionette e burattini in mani di sporchi balordi!
    P.S.Mariolino...almeno su Marte si potrebbe ricominciare una nuova Vita.
    Li politici e corrotti non ce ne sono...almeno per ora!
    Ma come ho detto una volta in un post a Gianni...scappare non serve a nulla...ma bisogna rimboccarsi le maniche!!!Ma il problema e che siamo in pochi!mentre gli altri se magnano i sodi alla faccia nostra!
    Vi stringo...

    RispondiElimina
  16. Scusami Gianni posso dire una cosa?
    Mi sa che c'è chi è un po troppo sotto stress!
    PARLO CON TE ANONIMO!
    A TE CHE LASCI SCIE OVUNQUE!HO IL TUO IP!CHE NATURALMENTE DARO' ALLA POLIZIA!
    TU HAI DEI PROBLEMI?FATTI UN GIRO O UN BEL SERVIZIO FOTOGRAFICO E FATTI PAGARE!
    MAGARI TI SENTIRAI APPAGATA/O!

    Scusami Gianni ma noto che questa persona continua oltre che a me anche qui e altrove a danneggiare!
    Ti stringo Gianni e perdonami per questo mio appello.
    Ti stringo

    RispondiElimina
  17. Anche io avrei da dire una cosa all'utente anonimo, è una frase di un saggio: "la sfortuna viene dalla nostra bocca e ci rovina, mentre la fortuna viene dal cuore e ci rende degni di rispetto" Certo sei proprio uno sfigato utente anonimo;P

    RispondiElimina
  18. Gianni,
    contrordine,
    avevo inventato i grattacieli di Manhattan, da vendere alla Lehman Brothers. Noi li costruiamo loro falliscono e ci fregano e a noi tocca venderli a qualcun altro, ma poi arrivano i servizi segreti e i talebani e ci finiscono contro degli aerei e perdiamo tutto. I ricchi ci abitano, e quando sono stufi falliscono, e fanno sparire il corpo del reato.
    Dobbiamo fare qualcosa di più basso. Dunque la spiaggia di Rimini c'è già ... cosa si può inventare ... isole? Si isole da vendere a Silvio. Poi le facciamo affondare ... le idee migliori mi vengono alla sera... occorre pazienza.

    P.S.
    Giusi le banche non comandano nulla, loro sono solo il braccio operativo dello stato. Devono solo piazzare titoli di stato, qualsiasi stato, o qualsiasi società in bancarotta, a seconda degli accordi fra politici. Torniamo alla P2, 3, 4 ... quelli sopra comandano i politici e tutto il resto a cascata.
    Non possiamo nemmeno fare la rivoluzione perchè i tiranni si aiutano fra di loro e fanno arrivare gli aerei della nato o della morto.
    E' un casino. Occorrono magistrati armati e giudici che si oppongano alle leggi. Si non vedo altra via. Occorrono magistrati armati di leggi fatte e dimenticate nelle pagine sbiadite dei codici. I giornali non so nemmeno perchè siano allegati all'allegato. Tnto sanno benissimo che io li compro solo per il gadget che c'è dentro. A si per avere sovvenzioni per comprare i gadget. I gadget si sono utili, ci gioco quando sono fermo in colonna, mi aiutano a mantenere la calma. Hanno lo stesso effetto degli articoli telecomandati ma almeno non ci perdo tempo.
    Non c'è soluzione non c'è soluzione.
    Siamo operativi, manteniamo la calma.
    Abbiamo sale operatorie, inflazione di anestesisti e pazienti, ci manca solo la tecnica giusta e il bisturi, forse riesco a prenderne uno con i punti del supermercato (di bisturi intendo) ... marca... Kaimano mi pare, lo fanno a Premana (LC), dicono sia roba buona..

    RispondiElimina
  19. al volo

    @Sabrina e @Giusy -> ho messo il filtro per gli utenti anonimi. Non pensateci troppo: la mamma dei fessi è sempre incinta! Un abbraccio. Ciao.

    @Mariolino e Giusy> rispondo appena possibile ciao

    RispondiElimina
  20. a me sfugge qualcosa...
    anzi di solito mi sfugge tutto.
    Chi sia Anonimo mi pare fin troppo ovvio è "Anonimo"
    ... ma perchè dovrebbe sbattersi a mettere un video della eccellente scrittrice Sabrina Ancarola che sta due post sopra questo???

    P.S.
    "eccellente scrittrice Sabrina Ancarola" è parola per parola quello che sta scritto su youtube sotto quel video ...

    RispondiElimina
  21. ma quante Sabrine Ancarola ci sono?

    RispondiElimina
  22. Ma questo cos'è? Un ritrovo per un happy hour esclusivo? Ci entri solo se sei invitato?
    Qui però gli invitati hanno occupato tutto lo spazio. Mariolino poi è quello che al solito si allarga di più.

    RispondiElimina
  23. Mariolino
    Sono d’accordo: c'è vero progresso (evoluzione) solo quando i vantaggi sono per tutti.
    Chiarisco: non voglio che si sia tutti uguali .. tutt’altro … ma, questa è la mia utopia, mi piacerebbe che tra ricchi e poveri non ci fosse una differenza così abissale come c’è ora e come c’è sempre stata.
    Per consentire tale cosa bisognerebbe crescere (culturalmente ed intellettualmente) di più, dare più spazio all’individuo e meno alle masse, ai consumatori. Alle masse di consumatori. Le masse sono solo un insieme di oggetti, di numeri, un’insieme di cose che hanno semplicemente un peso.
    Quando alludo al fatto che la rivoluzione è già in atto alludo proprio al fallimento del capitalismo dopo quello del comunismo.
    Non possiamo essere solo consumatori. L’umanità non si può suddividere esclusivamente in padroni e schiavi, produttori e consumatori. Siamo qualcosa di più.
    Fino ad oggi ha funzionato perché hanno funzionato bene le religioni, l’ignoranza, le promesse dei politici e la società strutturata così com’è.
    Ormai la domenica a messa non ci va più nessuno. Anche gli anziani se la vedono in tv.
    Ignoranza e promesse dei politici stanno, lentamente, crollando. Non durerà ancora tanti anni.
    Sta fallendo la famiglia. È stata utile, ma oggi non serve più.
    La famiglia sta scomparendo, il matrimonio è in dissoluzione, l’amicizia sta per finire.
    Prima l’uomo era un numero all’interno della tribù che, oggi, si è trasformata in famiglia.
    La tribù era dittatoriale ed enorme mentre la famiglia è più libera, più piccola.
    Nelle tribù se ti ribellavi venivi subito sacrificato agli dei. La famiglia ne è stata l’evoluzione, è stata protettiva. Come quando fai crescere una pianta e la proteggi con una recinzione; se però ti dimentichi di toglierla (la recinzione) quella non permetterà all’albero di crescere Quando il tronco si fa grosso la recinzione diventa restrittiva e non più protettiva; si deve eliminare!
    La famiglia sta scomparendo ed è un bene. a mio avviso.
    I figli. In uno dei tuoi ultimi post hai presentato Platone che, nel suo Stato ideale, sosteneva che era un gran bene che i figli fossero affidati molto precocemente alla cura di istituzioni statali, in modo che i genitori non potessero neppure riconoscerli. Per evitare complessi di Edipo, rammollimenti, preferenze, particolarità e bamboccioni.
    La famiglia è responsabile di quasi il 50% di tutti i problemi psicologici degli uomini e delle donne di tutto il mondo.
    Sparita la famiglia spariranno gran parte delle malattie psicologiche e delle follie politiche.
    Guarda i figli dei vips che nascono con uno, crescono con un altro, parlano sette lingue, hanno tanti fratelli sparsi per il mondo, fanno il pranzo di Natale a Roma e la cena di Natale a Londra … che cosa stupenda! Tra tutto sto ben di Dio secondo me dimenticano pure a chi sono figli.
    Oggi sesso e figli non sono più connessi. Si può fare sesso senza dover sopportare anche i bambini. La famiglia è sorpassata. Ognuno dovrebbe seguire le proprie inclinazioni.
    Se continuiamo a pensare prevalentemente a come risolvere il debito pubblico, il debito privato e se la vita continua a limitarsi al sesso, alla famiglia, ai figli, al cibo, alla casa … allora stiamo perdendo l’occasione d evolverci.
    Oggi i tempi cominciano a cambiare sul serio. Io lo percepisco. Nel momento di peggiore involuzione della storia, intuisco che si sta per toccare il fondo per poi risalire.
    Sarà una cosa lunga lo so. Tanto tempo.
    Ma, per dirla in termini a te noti, si sta invertendo il campo magnetico.
    Oggi, nonostante la tv, c’è più consapevolezza nelle persone, sono crollati alcuni miti religiosi, politici etc.
    Prevedo, a fronte di ciò, un periodo di disorientamento fortissimo, una babele in cui ognuno parlerà la sua lingua.
    L’unica relazione, la sola amicizia, è il rispetto dell’individualità di ognuno, l’indipendenza di ciascuno. Dai la prossima volta mi piacerebbe parlare di democrazia partecipativa. O di Dio, o di quello che vogliamo. Che ce frega!.

    RispondiElimina
  24. Giusy
    Giusy oggi le discussioni si cominciano a fare anche sui blog, si legge qualcosa in giro di diverso, c’è un livello di partecipazione che sta crescendo. Grazie ad internet. E questo è un bene. Io teorizzo addirittura che internet potrà contribuire più di tante altre cose a cambiere il mondo, pensa un po’. E iniziata la comunicazione peer to peer e le persone parlano con le altre persone senza passare dalla tv. Insomma qualcosa inizia a cambiare. Lentissimamente. Quanto alle banche gli stati sono le banche e le banche sono gli stati. C’è tale sinergia che sembra ci sia identità completa tra i due soggetti. Mafia è politica, stato è banche.. Ed io pago diceva Toto. Ciao.

    RispondiElimina
  25. Ambra
    Si è proprio come dici, un ritrovo per prendere un aperitivo assieme. Affatto esclusivo.
    Mariolino si allarga più di tutti ma io anche mi arrangio. E' divertente così.
    inoltre, e scusate se è poco, è tutto gratis!!!
    ciao.

    RispondiElimina
  26. Qualche giorno fa sono andato nella duchesca, senza approfondire più di tanto non andranno in ferie da quelle parti e neanche la monnezza camorra permettendo...
    Comunque buanaestate

    RispondiElimina
  27. mia madre la domenica guarda Totò.
    mio padre è tornato a piedi dalla guerra tre anni dopo che era finita.
    Io vorrei essere solo consumatore, invece sono solo produttore e quando tocca a me consumare è finita l'offerta.
    Mi rendo conto che rispetto a te (Gianni) io sono ancora in fascia bassa. Come dice Linus Torvalds (quello del pinguino, che uno come te è obbligato a conoscere benissimo), le nostre motivazioni cono raggruppabili entro tre categorie:
    1) sopravvivenza,
    2) vita sociale,
    3) intrattenimento.
    (Di Pavlov ho letto solo "Riflessi condizionati" e alcuni appunti su come ipnotizzare galline, in campagna ha anche una sua utilità, ma certe volte riesco a fare la mia bella decente figura).
    Tu sei già alle porte dell'intrattenimento, io non sto a galla nella prima categoria (quella della sopravvivenza).
    Quando non capisco qualcosa, torno alle formiche. Da piccolo ne tenevo una colonia in un vasetto della mostarda di Natale, senza aver mangiato la mostarda e senza aver festeggiato un gran Natale.
    Le formiche sono gli unici insetti che io conosca a vivere di pastorizia. Allevano afidi. Senza afidi (schiavi) le formiche faticano a procurarsi melassa che gli afidi producono incidendo alla base i germogli delle piante.
    Niente melassa niente pappa per regina e larve.
    Tu puoi metterci briciole di pane, farle morire di opulenza e loro nemmeno lavoreranno più. Continueranno a mettere sotto terra pane finchè moriranno di muffa fermentata. Le formiche vivono se hanno schiavi e cibo sufficiente, non di più non di meno. Con troppo cibo muoiono allo stesso modo di quando ne hanno troppo poco. Io vorrei provare a morire d'ingordigia.
    Tornando però alle formiche, va detto che non sono singole unità, sono invece un corpo solo, formato da migliaia di frazioni intere e unicellulari (sembrano le convergenze parallele di Moro).
    Hanno un modo singolare ma efficace di trasmissione, una specie di Auditel o forse bisognerebbe chiamarlo Audiblog.
    Le formiche si allontanano a raggiera dalla loro unità centrale. Man mano che trovano qualcosa di interessante lasciano una traccia (un odore) se altre formiche lasceranno traccia, l'odore diventerà più intenso e altre andranno su quella traccia e se troveranno qualcosa di interessante cliccheranno su "Mi piace" e lasceranno una ulteriore traccia sul terreno. Più tracce ci saranno e più altre formiche ci andranno concentrando il grosso su obbiettivi interessanti senza inutili perdite di tempo, tralasciando le zone con poche tracce e quindi scarse risorse.
    I blog si muovono un po' così. Si affollano quelli, che le stesse formiche arricchiscono.
    Credo che tutto vada allevato e accudito dallo stato. Non solo i figli ma anche gli anziani. Te lo dico perchè sto vivendo una, anzi due, scusa 5, esperienze contemporaneamente che non hanno senso e sono contrarie alla vita.
    La mia esperienza sbagliata è quella di una generazione che vive a carico della successiva obbligata al servizio della prima.
    Così facendo andiamo nelle esperienze dei paesi scandinavi dove la percentuale di suicidi però è molto più alta delle società che vivono governate random nel caos ... (li crepano perchè manca la penicillina).

    P.S.
    Un giorno o l'altro compro un vasetto di mostarda pieno e me lo godo tutto.

    RispondiElimina
  28. dimenticavo quando arrivo io nel reale, si percepisce che non sono solo ma dietro di me c'è un gruppo (anche se non si vede) che incasina un po', me ne rendo conto, ho questo effetto valanga, Lo so che è un difetto ... oltre ad altri,
    ...
    ma non fossilizziamoci su queste quisquilie.

    RispondiElimina
  29. Mariolino
    Sfondi una porta aperta a proposito di anziani e figli e del fatto che tutto vada allevato ed accudito dallo Stato. Io ho accudito mio padre negli ultimi anni della sua vita (tumore prostata). Spesso facevo le notti in ospedale vicino a lui e, stesso da lì, la mattina, andavo al lavoro. Una vitaccia che è durata un po’. Durante la notte, in “camerate” dai 6 agli otto e più letti, non potevo neanche riposare 5 minuti. Ero impegnato a chiamare l’infermiera che dormiva e faceva finta di non sentire il campanello, far sfogare il vecchietto che si lamentava di essere stato “lasciato solo” dai suoi figli, quell’altro che voleva che gli andassi a comprare il caffè, quell’altro i giornali, quell’altro che gli svuotassi il catetere, quell’altro era finita la flebo, quell’altro non scende, quell’altro si è fatto addosso, a quell’altro gli sbucci la mela, etc.
    Alla fine ero lì più per far compagnia agli altri che a mio padre che magari, unico tra tutti, dormiva.
    Trovavano più conforto a parlare con uno sconosciuto come me che con i propri figli (quando c’erano). I figli non dovrebbero occuparsi dei genitori in vecchiaia.
    Non dovrebbero assistere allo strazio della loro vecchiaia.
    Al limite, potrebbero più facilmente “sopportare” la vecchiaia degli altri, se proprio volessero o dovessero prendersi cura di qualcuno, in quanto meno coinvolti emotivamente, più distaccati.
    Si potrebbe pensare ad un servizio civile, a dedicare ognuno di noi qualche ora a settimana della propria vita a stare con gli anziani e gli ammalati, ad una forma istituzionale di volontariato quasi obbligatorio (ci devo riflettere, sto improvvisando), insomma a qualsiasi altra forma di aiuto in aggiunta all’istituzione Stato che se ne dovrebbe prendere cura nel migliore dei modi.

    RispondiElimina
  30. Ci sono dentro fino al collo, anzi ho la cannuccia in bocca per respirare. Credo possa andare molto peggio e ancora per molto tempo, se posso, mi illudo che in certi frangenti riesco a risparmiarmi un po'. Non compro più nemmeno libri. Me li regalano da ambienti dove i Suv sono tutti vista mare. Ho un collegamento e mezzo ad internet. Lo uso per comunicare tra due posti che stanno 200 km distanti fra loro.
    Delle volte vorrei bere un caffè, ma tengo l'Euro per il carrello del supermercato ... sto pensando di farmi un disco di legno, o forse anche un tappo ribassato della minerale potrebbe bastare. Quell'euro è tutto mio, è me lo voglio godere fino in fondo.
    Devo credere alla provvidenza, è l'unica cosa che posso eventualmente dare ancora in pegno.
    Quando fai anni così, ogni tanto fai il punto, per capire in che zona del deserto sei. Sabbia a Nord, Ovest, Sud, Est e ancora sabbia. In tanti anni ho visto volontari tentare di risolvere i loro problemi interiori dialogando con gli ammalati che già di loro dovrebbero avere guai semmai da raccontare.
    Non credo al volontariato, anche se sono stato donatore di sangue. E' un lavoro come un altro (per quel che è stata la mia esperienza) ha solo un problema: non è pagato alla base ma al vertice e giù non piove nulla. Mi è rimasta una cosa, delle volte rianimo. Sono talmente disperato che anche i più disperati trovano sollievo nel sentirmi e si danno speranza e aspettative. L'ultima volta che mio padre è andato in ospedale la stanza sembrava un mortuorio. 5 minuti di ambientamento e si raccontavano tutti della guerra. Sono un catalizzatore di sfiga, se andassi a Lourdes riuscirei a concentrare su di me un numero imprecisato di guai. Faccio miracoli.
    Hai sentito se Barabba è ancora dentro?
    Ho la fissa che prima o poi riusciranno a mettermi in croce, ho già fatto la ics sulle mani e sui piedi dove devono mirare coi chiodi per farmi meno male.
    La gente se la prende con i barboni, i gay, ma anche coi figli unici ... come anche tu, Gaetano e Del Turco mi avete confermato.
    Sto cercando sugli alberi genealogici, se mia madre o mio padre possano aver avuto un figlio fuori dal matrimonio e che si ostinano a nascondermi.
    Sapere di avere un fratello mi tranquillizzerebbe molto, potrei contare almeno su un giorno della settimana, libero per intero, ... secondo te, chiedo troppo? Sotto le 4 ore consecutive non voglio scendere. Non puoi cercare tanto e poi stracciare il prezzo solo perchè sei parte debole.

    RispondiElimina
  31. Buongiorno dolcezza!Auguroni per il tuo onomastico!
    A che ora passo per l'aperitivo?
    Vieni tu o io con la mia Suv?vado a prendere Mariolino ok?
    A dopo!!
    Un mega bacione!!!

    RispondiElimina
  32. Grazie Giusy
    Sei dolcissima
    Facciamo così
    Passa a prendere tu Mariolino così, oltre a provare l'ebbrezza di andare su un SUV, ce ne andiamo tutti a prendere un pò di fresco.
    Qui è sempre un Happy hour!
    A presto.

    RispondiElimina
  33. 1) A parte il fatto che sul mio lunario delle semine, ieri si festeggiava la Natività di San Giovanni e non propriamente il santo, te non potevi chiamarti Gennaro che ce n'è
    uno solo ( http://www.santiebeati.it/G/ ) invece di farmi fare la figura da pupu dell'analfabeta?
    2) Giusy, passa con LA Suv (lei ha UNA Suv) mica UN Suv. Io mi vergogno un po' su queste macchine, come quando passa un'altra mia cugina (professoressa d'italiano, che mi tira regolarmente due quadriglioni quando mi esprimo in modo esageratamente onomatopeico) a farmi vedere la sua Musa superaccessoriata (gli manca

    solo il bidet in fine Richard Ginori. Viaggiare su queste macchine femminili mi frena un po'. Da l'aria del fighetto di quartiere, mi si stira gia il trigemino.
    3) A casa di mio padre, guardano DaDaDa come una volta si guardava Carosello. Si va a letto solo dopo che è finito. Mia madre è convinta che trasmissioni così belle le

    facciano solo d'Estate perchè la gente è in vacanza e ha più tempo negli alberghi di villeggiatura di guardare la televisione. Tu pensa in che posto devo essere oltre ad
    avere una connessione umiliante a internet.
    4) Qui prima di trovare la prima Happy Hour ci vogliono almeno 2 ore di strada, in compenso sperimentiamo tutti i tipi di zanzare, scarrafoni, papataci, libellule, droni per
    agopuntura ecc.

    RispondiElimina

Drink!