sabato 21 aprile 2018

0 Un sabato italiano

Oggi cuciniamo pasta e piselli con i tubetti ed i piselli freschi.
Si soffrigge la cipollina nell’olio e poi si aggiungono i piselli con l’acqua e si fa cuocere.
E poi i tubetti quando è ora + parmigiano, una girata di pepe ed un filo di olio buono a crudo.
Il mondo si globalizza. Che poi in fondo tutti mangiamo, dormiano e facciamo cacca e pipì.
Ma si globalizziamoci. Che ce frega!
L’importante è avere una casa (anche se non di proprietà) e potercisi rinchiudere dentro.
Ho messo una telecamera fuori al balcone. Così vedo la strada dallo smartphone e cosa accade.
E se l’asfalto è bagnato è la prova provata che fuori piove.
Che le previsioni del tempo adesso sono precise ma comunque è meglio non fidarsi.
E’ sabato. Si cazzeggia un po’. Ancora poche ore di libertà e poi si ricomincia.




Nessun commento:

Posta un commento

Il popolo - Caro amico ti scrivo ...... così mi distraggo un po'

Odio il popolo. Odio tutti i popoli. Odio le masse. Odio gli esseri umani. Io non appartengo a queste orde di barbari. Sono un faraone sen...

Drink!