sabato 11 febbraio 2012

20 SMARTPHONE



... sono a Cesano con la pala in mano ...

Io penso che stia per arrivare la fine del mondo.
E sarebbe oltremodo imbarazzante che arrivasse all’improvviso senza che nessuno ce lo dica.
Ma niente paura! 
Te lo dice il tuo smartphone che lo sa talmente bene che appena stacchi la suoneria “campane_a_morto.mp3” ci sono già i filmati dell’esplosione della bomba atomica da vedere e lo sbarco delle astronavi con gli extraterrestri sul solito plastico a porta a porta (a fianco al plastico della Costa Concordia inclinata che è rimasto lì dalla puntata precedente) ed un bel servizio di approfondimento con Mara Venier che, piangendo, consiglia di scendere tutti nelle grotte.
Nelle grotte? Quali grotte? Boh!

Le case di qualche tempo fa avevano il barometro appeso nell’ingresso con annesso termometro e igrometro.
Non lo vedeva mai nessuno perché era spesso vecchio e rotto.
Poi sono arrivati i giganteschi tabelloni luminosi nelle piazze principali delle città a dirci a quanti gradi stiamo.
Ora, per sapere se fa veramente freddo, lo devi chiedere al tuo smartphone.
Al calduccio, sotto al piumone di Ikea, interroghi l’ipod e quello te lo dice con estrema precisione.
Puoi anche sapere a che ora è iniziato il tutto, quanta neve è caduta, il diametro del fiocco, il peso specifico del fiocco di neve medio, la durabilità al suolo, la temperatura del nucleo, la sofficità, il percorso ed il tempo di vita medio del fiocco con grafico finale e linea di tendenza.
Ed anche se devi prendere il treno, il tuo smartphone ti dice a che binario parte, se è in orario o se è stato soppresso.
Così, se il freccia rossa non parte causa neve, manco scendi dal letto e te ne resti in pigiama a guardare la tv.
A vedere Alemanno che prende a male parole la Protezione Civile che prende a male parole Alemanno che prende a male parole il giornalista che prende a male parole Paolini che fa le corna in diretta.
Ed ecco che arriva una nuova news di Alemanno che spala la neve e dice “Sono a Cesano con la pala in mano”.
Che sindaco ragazzi!
Questo è ancora più intelligente di Renzi, il sindaco di Firenzi.
E mentre sullo smartphone scorre un servizio di Monti che abbraccia Obama che abbraccia Monti incoraggiandolo a continuare a rompere il cazzo agli italiani per salvare l’Europa dei banchieri, puoi chattare con qualche ragazza, cliccare qualche “mi piace” su facebook e condividere un post ormai scaduto “Berlusconi c’hai rotto il cazzo”.
Ed è così che, finalmente, alle 13.00 ti decidi ad inforcare le pantofole con il tuo smartphone in mano per andare a verificare se fuori veramente ci sono  -4° e riprendere con il tuo smartphone la neve che cade per condividerne il video su facebook.
Adesso puoi davvero vedere, live, in concert, dalla finestra del bagno mentre sei seduto sul water, che fuori c’è n’è veramente tanta.
Ed anche tu ne stai facendo tanta. Parola di smartphone!

Drink!